Sono entrate in vigore oggi le nuove regole sul green pass, la cui validità è stata prorogata da nove a 12 mesi. La certificazione è necessaria a partire da oggi 1 settembre per viaggiare, per andare all’università, per gli sport al chiuso, per l’ingresso negli impianti sportivi e allo stadio e per il personale scolastico. Ma andiamo con ordine. Di seguito un elenco delle regole che riguardano l’utilizzo del green pass, la Certificazione digitale verde.

Green Pass: come e quando
La certificazione verde si ottiene in tre modi:
>  esito negativo di un tampone antigenico o molecolare effettuato nelle 48 ore precedenti (durata della certificazione: 48 ore);
> vaccinazione, con una dose sola o doppia dose. Nel primo caso, il certificato sarà valido dopo 15 giorni dalla somministrazione e fino alla data del richiamo. Nel secondo, invece, la validità è di 12 mesi.
>  guarigione dal Covid-19 (durata della certificazione: 6 mesi).

Università e scuola
Dal primo settembre il personale scolastico e universitario e gli studenti universitari dovranno esibire la Certificazione verde Covid-19. Agli studenti non universitari, invece, non sarà richiesto il green pass. Le lezioni si svolgeranno in presenza, con mascherina obbligatoria, e sarà vietato l’accesso agli istituti con una temperatura corporea superiore a 37,5 °.

Trasporti
Il green pass è obbligatorio su tutti i treni ad alta velocità (Trenitalia e Italo), Intercity, Intercity Notte, navi e traghetti per il trasporto interregionale e aerei con tratta nazionale. Eccezione per i collegamenti marittimi nello stretto di Messina, a bordo dei quali non verrà richiesto il green pass.
La certificazione verde è necessaria anche per gli autobus che collegano due regioni o che effettuano tratte turistiche più lunghe, sugli autobus per servizi di noleggio con conducente (esclusi quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale).
La Certificazione è richiesta in zona bianca,  gialla, arancione e rossa.
Potranno accedere ad aerei, treni, navi e autobus senza obbligo di green pass i minori di 12 anni e i soggetti che non possono vaccinarsi per motivi di salute.
Trasporto pubblico locale
Per salire sui mezzi adibiti al trasporto pubblico locale e regionale (metro, tram, autobus, treni regionali) non sarà necessario avere la certificazione verde.

Ristoranti, eventi e sport
Di fatto non cambia nulla dalle regole del 6 agosto. Serve il Green pass per accedere ai servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per il consumo al tavolo al chiuso; spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi; musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre; piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso; sagre e fiere, convegni e congressi; centri termali, parchi tematici e di divertimento; centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, compresi i centri estivi, e le relative attività di ristorazione; attività di sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò, concorsi pubblici.

Newsletter

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle novità

Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento generale sulla protezione dei dati (UE 2016/679). Per ulteriori informazioni, clicca qui - Privacy Policy